Combustore di biomasse

Generatore di aria calda a fuoco diretto per essiccatoi industriali. Alimentazione con combustibili solidi in pezzatura fine (cippato di legno, segatura, mais, biomasse in genere).
Il sistema si compone fondamentalmente di un forno in cui avviene la completa combustione della biomassa, di una successiva zona in cui avviene una prima decantazione delle particelle più pesanti (attraverso un passaggio a setti) e di un’ultima sezione di miscelazione dove i fumi in uscita si miscelano con l’aria esterna al fine di ottenere aria calda alla temperatura voluta.

La combustione della biomassa avviene alla temperatura di 800-850oC in modo da garantire la completa ossidazione delle sostanze organiche volatili. Il processo viene gestito da un PLC che regola tutte le variabili che intervengono nel processo.

FASI DI FUNZIONAMENTO

  • Preriscaldo
  • Riscaldamento/ inizio caricamento
  • Riscaldamento finale
  • Regime

Nell’ultima fase viene raggiunta la temperatura tale da permettere lo spegnimento del bruciatore (800-850o C) quindi il dosaggio del cippato diventa dipendente dalla temperatura all’interno dell’essiccatoio.

Il benefico di questo sistema rispetto ai generatori alimentati con gas naturale consiste nell’utilizzo di un combustibile a costo praticamente nullo.

Potenze da 500.000 a 5.000.000 kcal/h.

Funzionamento in depressione (i fumi sono aspirati dal ventilatore dell’aria di processo dell’essiccatoio).

POSSIBILITA DI

  • miscelazione con fumi e/o aria di recupero (es. congenerazione)
  • produzione di acqua calda

Potrebbero interessarti anche...