Generatori di calore di tipo diretto

Producono aria calda con temperature da 120°C fino a 800°C miscelandola con i prodotti della combustione del combustibile. Sono equipaggiati con bruciatori a metano, GPL, gasolio, olio combustibile, a funzionamento modulante o bistadio per piccole potenze. Possono essere in pressione o in aspirazione a seconda che l’aria da scaldare sia spinta oppure aspirata attraverso la macchina. Sono realizzati sia come unità autonome che riscaldano aria ambiente, sia nella versione a ricircolo per riscaldare aria già calda.

Generalmente la costruzione prevede il rivestimento interno in materiale refrattario dove la fiamma del bruciatore può svilupparsi. Tra la struttura esterna del generatore ed il focolare vi è uno spazio per il passaggio dell’aria di processo. L’aria di processo ha anche la funzione di “raffreddamento” della camera di combustione sia internamente che esternamente.

Le tipologie costruttive sono personalizzate a seconda delle temperature dell’aria, delle portate e del tipo di combustibile.

L’IMPIEGO

  • Settore laterizio
  • Industria chimica
  • Industria alimentare
  • Impianti di macinazione

Potrebbero interessarti anche...